venerdì 4 marzo 2011

Diario di una zia.1

Da oggi sono ufficialmente la zia baby sitter di mia nipote Angelica. Nutro nei suoi confronti una notevole ammirazione per la saggezza con cui mi ha lasciato armeggiare al primo cambio pannolino. Non ha fatto neanche una smorfia di fronte al mio faccione sorridente mentre la imboccavo cercando di adeguarmi al suo ritmo. L'ho osservata muoversi tra gli spazi di casa, superare gli ostacoli, esplorare, fare scelte e mi è sembrata sempre straordinariamente tenace. Si è abbandonata, distrutta di stanchezza, tra le mie braccia, bellissima. E io mi sono detta "Francesca, RICORDATI QUESTO PRECISO MOMENTO" mentre la guardavo con una tenerezza di una qualità diversa da tutte le tenerezze provate fin qui nella mia vita.

3 commenti:

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Hai descritto in modo magistrale sentimenti e momenti preziosi
:-) Fai benissimo a fissarne l'intensità, perché i nipotini allo il "vizio" di crescere :-P ma le emozioni non mancano anche negli anni che passano!

Laurina Parigina ha detto...

spero intensamente che mio fratello appena sposato si metta di impegno a fare di me la zia preferita di una creaturina :)
buon proseguimento di baby sitting

roberta cobrizo ha detto...

bentornata, Francesca, con un fagottino tanto bello, in più ;-)