giovedì 23 aprile 2009

Gallette dolci di riso ai semi

Sono semplici, sani, buonissimi... buonissimi se non si è alla ricerca di un frollino burroso (che qui di burro non c'è neanche l'ombra), dolcissimo (ho usato giusto un pochino di malto e di miele), friabile (non ci sono neanche le uova e neppure un'ombrina di lievito). Eppure, nonostante tutte queste assenze, a me piacciono un mondo! L'ispirazione viene dallo stesso libro di ieri, però c'è stato bisogno di un paio di interventi significativi per far funzionare la ricetta... in questi casi mi domando se sono io a non capire le istruzioni per l'uso (però mica sono tanto scema... ;-))) o se sono approssimative le ricette consultate... %-) 
 
Gallette di riso al sesamo

farina tipo 0, 250 g
farina di riso, 50 g
farina di mais (tipo fioretto), 50 g
olio e.v.o., 80 g
malto di riso, 4 cucchiai abbondanti
latte di riso, 4 cucchiai
semi di sesamo, 60 g
sale, 1 pizzico
miele d'acacia per spennellare i biscotti

In una padella antiaderente tostare la farina di riso a fuoco basso rimestando spesso con un cucchiaio di legno. Non appena si dora è pronta. Togliere dal fuoco e versare in una ciotolina.

Nella stessa padella tostare, sempre a fiamma bassa, i semi di sesamo. Sconsiglio di andare a fare una telefonata, o distrarsi dai fuochi: il rischio di trovare i semini carbonizzati è altissima!
Quando si sente un buon profumino di tostatura e i semi prendono un bel colore dorato togliere dal fuoco e versare in una ciotolina. Aspettare qualche minuto che s'intiepidiscano e poi, dopo averne messo da parte un paio di cucchiai abbondanti, pestarli nel mortaio o frullarli velocemente: si deve ottenere una farina un po' grossa e leggermente untuosa.

Sul tavolo fare una fontana con le tre farine mescolate e i semi di sesamo pestati/frullati e al centro versare il malto, l'olio, il sale, e il latte. Impastare dapprima con una forchetta e poi con le mani. Non appena il composto risulta omogeneo, farne una palletta, rivestirla di pellicola trasparente e mettere in frigo per una ventina di minuti.

Riprendere la pasta raffreddata e stenderla sul piano infarinato con il mattarello fino ad uno spessore di poco meno di 1 cm. Ricavare dei biscotti dalla forma preferita, spennellarli di miele e decorarli con i semi interi messi da parte.

Infornare nel forno già caldo a 180° per 20 minuti circa.

                 ***

Gallette di riso al pistacchio 

N.B. Gli ingredienti e il procedimento sono praticamente gli stessi: varia solamente la quantità di olio, si eliminano i semi di sesamo e si utilizzano i pistacchi spellati, tostati e tritati grossolanamente per decorare la superficie dei biscotti. La prossima volta ne metto un po' anche nell'impasto... potrebbe funzionare...
I pistacchi possono essere sostituiti con mandorle, nocciole, semi di girasole e tutto quello che ispira e appaga :-)

farina tipo 0, 250 g
farina di riso, 50 g
farina di mais (tipo fioretto), 50 g
olio e.v.o., 100 g
malto di riso, 4 cucchiai abbondanti
latte di riso, 4 cucchiai
pistacchi, 50 g
sale, 1 pizzico
miele d'acacia per spennellare i biscotti

In una padella antiaderente tostare la farina di riso a fuoco basso rimestando spesso con un cucchiaio di legno. Non appena si dora è pronta. Togliere dal fuoco e versare in una ciotolina.

Sul tavolo fare una fontana con le tre farine mescolate e al centro versare il malto, l'olio, il sale, e il latte. Impastare dapprima con una forchetta e poi con le mani. Non appena il composto risulta omogeneo, farne una palletta, rivestirla di pellicola trasparente e mettere in frigo per una ventina di minuti.

Riprendere la pasta raffreddata e stenderla sul piano infarinato con il mattarello fino ad uno spessore di poco meno di 1 cm. Ricavare dei biscotti dalla forma preferita, spennellarli di miele e decorarli con i pistacchi spellati, tostati e tritati.

Infornare nel forno già caldo a 180° per 20 minuti circa.

10 commenti:

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ciao carissima, quanto tempo!
Che carine queste gallette, sarebbero ideali per provare finalmente il mio stampino col nome che ho comprato a Roma e mai usato.
Tutto bene?
Ti abbraccio
Alex

Wennycara ha detto...

La frenk sono super! una delizia per gli occhi (ripeto fino alla nausea di essere innamorata di quello stampino, è già la seconda volta che lo vedo usato in una ricetta stamattina... che gaudio!) e sicuramente per il palato. Mi piace molto il mix tra le diverse farine, chissà che gusto e consistenza particolari avranno. bravissima, un ritorno davvero scintillante.
buon fine settimana!
wenny

Elga ha detto...

Ma che belli che sono e pure super salutari! Da provare anche per la merenda dei miei ciroli!

la frenk ha detto...

@Cuoche dell'altro mondo: che bello trovare il tuo messaggio :-))) sto bene e ho voglia di rivederti!
ti abbraccio

@Wennycara: mia cara, grazie per i bei complimenti! sì, l'insieme delle tre farine è davvero speciale... soprattutto la tostatura della farina di riso dà un gusto molto gradevole: è il passaggio più importante della ricetta! ti mando un bel bacio :-)

@Elga: belli e buoni! la coppia dell'eccellenza per il pensiero classico... mi sa che ho esagerato!!! ;-)))

Marilì di GustoShop ha detto...

C'ho il fiatone ! Sto correndo per farti un salutino prima che il collegamento volante intercettato sparisca di nuovo. Mi sono ridotta così, che ci vuoi fare, a casa con i malanni e senza internet... va be' intanto tanti baci e spero di potermi rifare presto, a leggere tutto quel bendidio che hai messo su in queste due lunghissime settimane... ciao Frenk, un bacione pieno di nostalgia

Mog ha detto...

Interessantissimi! Ho un amico che temporaneamente non può mangiare frumento e zucchero, glieli farei volentieri. Secondo te se metto solo farina di riso e mais escludendo la zero possono riuscire?
Ciao!

Virginia ha detto...

Figata sta cosa delle gallette...sai che mi ispirano di brutto?

VALENTINA "cuoca" PER PASSIONE ha detto...

gli alimenti leggeri sanno di primavera... almeno proviamoci ad accoglierla quando verrà ;-))
mi ispirano proprio... Ciao Vale

la frenk ha detto...

@Marilì: anch'io sono tre giorni che combatto con il computer che minaccia l'implosione!!! stai meglio??? ti abbraccio forte :-)

@Mog: scusami se non ti ho risposto prima ma come scrivevo a Marilì ho il computer che fa i capricci grossi! Puoi provare con le due farine, anche se temo che l'impasto s'impasti poco... puoi provare a sostituire il frumento con il kamut oppure, se il problema è il glutine del frumento, prova a usare la fecola di patate... in entrambi i modi dovrebbe funzionare!
fammi sapere ;-)

@Virginia: che bello!!! :-)))

@Valentina: oggi, a Roma, sembrava che finalmente fosse arrivata... a dir il vero faceva già un tintinino troppo caldo... ma è meglio non lamentarsi :-)

nina ha detto...

caspita mi sembrano assai buoni, ho voglia di una cosina così...io sono celiaca, chissà se alla farina 0 posso sostituire la mia (mix di farina d mais e riso)...io ci provo. :) grazie!
buon1maggio
f