domenica 1 marzo 2009

Copenaghen mon amour!


Copenaghen è semplicemente bellissima. Le atmosfere, le vetrine, le facce, le luci, le candele accese e tremolanti sui davanzali delle finestre tutta la notte, la neve e il sole, la gentilezza, i sorrisi, le sale da thè dove vorresti vivere per sempre, le biciclette, le zuppe speziate, l'eleganza e il buongusto, una cena indimenticabile alla tavola di uno chef stellato dallo sguardo generoso, il saper vivere, i laghi ghiacciati e i parchi, i bambini gioiosi ed educati, la tecnologia, le file che ti dimentichi di essere in fila, l'energia eolica, la bella contemporaneità di una città che accoglie la sua gente e gli semplifica la vita.
E poi le chiacchiere e il tempo trascorso con mia sorella. E mia madre felice di ritrovarsi con le sue due figlie. E' stato un viaggio del cuore...


Primo brunch al Cafè Norden, splendido locale liberty nel cuore della città. Un luogo dove si respira il tempo passato e si mangia speziato. La zuppa rossa è un passato di pomodori con i sapori dell'Oriente. S'intravede una torta di carote, frutta, formaggi e mousse di salmone. Prime chiacchiere eterne...



Un negozio tutto per la casa... un capogiro, un'ebbrezza, confesso di aver fatto acquisti .-)))



Un negozio storico con annessa sala da thè: gli interni di legno, decine di barattoli, bilance antiche, dolcetti, fascinosissimo. 



Altra sosta veramente golosissima. Il thè è stato servito con termometro per misurare la  temperatura dell'acqua e la clessidra per il giusto tempo di infusione. Volevo svenire :-)))



e gnam...


a zonzo per il centro



La Carlsberg Glyptotek è un museo che raccoglie collezioni di arte antica e una sezione dedicata all'Impressionismo francese. Il cuore del museo è un giardino d'inverno con palme lussureggianti e neanche a dirlo un bar che prepara un brunch domenicale altrettanto lussureggiante...



In attesa che arrivi una cioccolata calda con panna...



Perché non esiste un fioraio così anche a Roma???




Un posticino molto molto giovane dove si bevono centrifughe inaspettate e si addentano panini croccanti e succulenti


Menta+mela+zenzero
Frutto della passione+zenzero+mela
Fragola+mela+zenzero
Le ho adottate per sempre :-)))



   

14 commenti:

Cianfresca ha detto...

foto stupende e città eccezionale.. è una vita che vorrei andarci e continuo a rimandare per innumerevoli motivazioni, sicuramente il tuo post mi sarà d'aiuto per scegliere :)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Io sono svenuta ... sezione dedicata all'impressionismo francese!!! :-) Partirei seduta stante! Grazie per lo sfizioso antipasto di Copenaghen ... chissà un giorno ...

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Aspettavo impaziente il tuo racconto. Quel fioraio mi fa impazzire!! Adoro il senso dell'estetica dei paesi scandinavi, il loro design (soprattutto quello danese), la semplicità con cui presentano le cose.
Che bel viaggio del cuore. Presto anche io sarò di nuovo riunita con mamma e sorella :)
Bacioni
Alex

Marilì di GustoShop ha detto...

Doppio gulp.
Non mi riprendo più.
Ho necessità assoluta di sapere cosa hai acquistato in quel bellissimo negozio per la casa, chè si sa i designer del nord sono fichissimi!!!
Scherzi a parte, si respira una dolcezza impalpabile nelle tue foto, dovuta anche al fatto di sapere che a vivere quelle nordiche atmosfere eravate voi tre donne di casa.
Sospiro nostalgico di nord e di donne di casa insieme...

VALENTINA "cuoca" PER PASSIONE ha detto...

che bel post... che bel posto...
grazie per questo tour almeno virtuale della città... ma perchè nelle città europee ci sono questi splendidi banchi di fiori... e uno che è in viaggio non se li può mai comprare??? E' una domanda che mi assale da sempre... anch'io li vorrei nella mia città!!!
Buon rientro...
V

Wennycara ha detto...

Semplicemente meraviglioso, grazie di questo bellissimo post. Immagino che tu ti sia divertita molto, traspare dalle tue parole e dalle foto, brava, hai fatto davvero bene.
Quei tulipani sono uno splendore, che invidia...
Una curiosità: che cos'è quella confezione argentata accanto alla vellutata arancione?
un abbraccio,
wenny

elisabetta ha detto...

E' una città di cui anch'io mi sono innamorata, ci sono stata due primavere fa, quanta bici ho fatto :)))
che bello il Cafè Norden, credo di averci passato dentro una buona mezza giornata, è uno di quei posti in cui ci si sente assolutamente a proprio agio!

comidademama ha detto...

Grazie poer questo bellissimo resoconto.
Ho visitato anni fa la città e non ci sono più tornata, purtroppo,anche perchè vivendo ad Amsterdam molte delle nostre vacanze sono state fatte rigorosamente al sole.
ma prima o poi tornerò. Grazie per le bellissime fotografie che hai scattato!

Paola ha detto...

Una meraviglia!!!! Al Nord Europa hanno un'amore per la casa e glia accessori specialmente da cucina. Che hai comprato!!!

Cobrizoperla ha detto...

già nella mail mi avevi solleticato... ora con le foto... invidia invidia invidia!!! ;-) non solo per la città ma anche per la bella atmosfera di chiacchiere familiari al femminile!

Marilì di GustoShop ha detto...

Lafrenk, ti scoccia se per un minuto ti uso tipo bacheca ? Dimmi di no, daaaaaai ! Devo lasciare una comunicazione di servizio per Wenny : "da una settimana non riesco più a commentare sul tuo blog e non so neanche dove scriverti. Vuoi farmi tu un cenno ? La mia mail: info@gustoshop.eu"
Ciao & grazie Lafrenk !

la frenk ha detto...

@mie care: che bello ritrovarvi!!! grazie per le vostre parole! mi mette il sorriso sapere che avete sentito quanto fosse femminile e amorosa questa vacanzina danese .-)))
Ho comprato una serie di stampi da forno che ha fatto ridere i poliziotti del controllo aeroportuale, scatole ermetiche per tè e infusi, e tazze bellissime da regalare... ma avrei voluto, avendo un camion al seguito portarmi via mezzo negozio :-)))
un gran bacio

la frenk ha detto...

@Marilì: certo che puoi imbachecarmi!!! comunque ho lasciato un messaggino da Wennycara... così sa che la cerchi ;-)
un bacio

Artemisia Comina ha detto...

che bel racconto, voglio una sorella a copenaghen! magari, la sirenetta...