domenica 18 gennaio 2009

il pesto genovese, the original


Confesso di aver fatto sempre a occhio, finora. Ma all'improvviso mi è venuta voglia di mettere i puntini sulle 'i' e di darmi delle certezze. Il punto della questione appunto è il pesto genovese. Sì, forse un tantinello abusato, logorato, saturato... però qui ogni tanto viene voglia di farcene un bel piattone e profumarci di basilico e aglio :-) E allora sarò pure demodè con questa fissa sul pesto, ma mi sono messa buona buona alla ricerca della ricetta perfetta (che parolone!!!) e dopo vari giretti, scartabellamenti e cliccate ho trovato questo qui e l'ho provato... beh, a noi ci ha messo di buonumore ;-)

3 commenti:

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Quel colore non può che mettere di buonumore.
Lo sfondo rosa mi ha fatto venire in mente un possibile abbinamento: gnocchi rosa (come li avevo fatti con il succo di barbabietole) e questo pesto verde che più verde non si può.
Baci
Alex

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Io ho una vera passione per il pesto ... l'unica "trasgressione" che mi concedo rispetto alla ricetta originale è non mettere l'aglio (che ci posso fare, non mi garba ...) tanti baci

la frenk ha detto...

@cuoche dell'altro mondo: sì sì sì mi piace un mondo questo tuo abbinamento!!! tocca provarlo :-))
un abbraccio

@twostella: anch'io, nelle varie digressioni possibili fatte in tutti questi anni, ho omesso, a volte, il responsabile di imbarazzanti fiatarelli :-))) però di per sè l'aroma dell'aglio, se non è invadente, lo gradisco .-)
bacetti